Facebook dà i consigli ai ragazzi

E’ il nuovo portale di Facebook, si rivolge per definizione agli adolescenti. Anche se poi risulta difficile immaginare che molti di loro avranno voglia di andarlo a consultare per vedersi somministrare una serie di buoni consigli “morali”. Ricorda un po’ i consigli a Cappuccetto Rosso. Forse sarebbe stato meglio, per attrarre i ragazzi, metterci un po’ più di “pepe” mescolando buoni consigli e dritte su come avere successo sui social. Ma tant’è. Ed eccoli, i 10 consigli.

  1. Pensa (per cinque secondi) prima di agire. Prima di pubblicare un contenuto visibile a tutti, fermati a pensare: “Mi sentirei a mio agio nel leggerlo ad alta voce davanti ai miei genitori e ai miei nonni?”.
  2. Non aprire le porte della tua vita agli estranei. Fai attenzione a chi inviti a entrare nel tuo spazio personale, controlla regolarmente la tua lista di amici, accetta richieste di amicizia dalle persone che conosci, controlla attentamente chiunque altro voglia contattarti.
  3. Non lasciare la porta aperta. Non condividere la tua password con nessuno, né con i tuoi amici, né con la persona con cui esci. Non vale mai la pena di correre certi rischi.
  4. Cambia spesso la serratura. Se la tua lista di amici aumenta, ricontrolla regolarmente le tue impostazioni sulla privacy per assicurarti che le informazioni che hai deciso di rendere private e pubbliche vadano ancora bene.
  5. Se vedi contenuti che ti turbano o commenti di cattivo gusto sul post di un amico oppure se interagisci con contenuti che non ti fanno sentire a tuo agio, dillo a qualcuno. Invia subito una segnalazione nell’app per migliorare l’esperienza di tutti, compresa la tua.
  6. Se qualcuno ti mette a disagio o se usare Facebook in generale ti fa sentire triste o ti causa stress, confidati con qualcuno vicino a te. Non c’è niente di sbagliato nel prendersi una pausa dai social media.
  7. Non dare informazioni personali a persone appena conosciute. È buona regola non condividere il tuo indirizzo o la tua posizione esatta quando fai qualcosa, così come non condividere altri dettagli privati sulla tua vita. Lo stesso vale per la condivisione di informazioni sui tuoi amici senza la loro autorizzazione: non farlo.
  8. Comportati bene. I tuoi comportamenti sono come un boomerang: ciò che fai agli altri, ti tornerà indietro. Non lesinare complimenti e assumi un atteggiamento positivo quando interagisci con i contenuti di altre persone.
  9. Fidati del tuo istinto. Se qualcosa non ti torna nel comportamento di un amico di Facebook, parla con lui. Se non sai se condividere un contenuto o se un link ti sembra strano, fidati del tuo istinto.
  10. Aiuta gli altri. Supporta gli amici più svantaggiati di te, che devono affrontare più difficoltà o hanno semplicemente bisogno di una mano. Se noti che stanno vivendo esperienze negative online, intervieni. Aiutare gli altri significa impegnarsi perché possano far sentire la loro voce.

Fin qui i consigli. Qualcuno un po’ buffo (per esempio il consiglio 1: è chiaro che i ragazzi si dicono cose tra loro che non sempre vorrebbero leggere davanti ai genitori o ai nonni).

Ma complessivamente ragionevoli e anche utili, anche se di stile un po’ paternalistico. E forse è questo stile che ci aiuta a capire come mai molti ragazzi stiano abbandonando Facebook a favore di altri medium come Instagram o WhatsApp.

Al di là dell’iniziativa di Facebook, la questione dei pericoli del Web è comunque una questione molto seria e da non sottovalutare. Richiede consapevolezza da parte di scuole, adulti, ragazzi…

E’ utile, parlarne, documentarsi. Anche People For Planet ha dedicato uno spazio ai pericoli del Web in una puntata del corso di Jacopo Fo e Nicola Delbono su come farsi un blog

I pericoli del Web (Parte 12 – VIDEO)

The post Facebook dà i consigli ai ragazzi appeared first on PeopleForPlanet.

https://ift.tt/2KvotsD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *