“Non si resiste alla invasione delle idee” – Intervista a Renzo Samaritani

Lui scrive e parla di una nuova coscienza, di vita tranquilla, di salute e benessere naturale. Non impone idee, le condivide. Renzo Samaritani, conosciuto anche in rete come Ramananda, si lascia intervistare e risponde alle nostre domande con rapidità e dolcezza.

nella foto Renzo Samaritani con una cara amica, Maria Cristina Manzo


Partiamo da qui: Associazione Internazionale Per La Coscienza Spirituale raccontaci…
Molti anni fa il mio veicolo preferito era la radio ma già utilizzavo anche internet, blog, forum, gruppi di discussione in cui sono venuto a contatto con realtà diverse.
Il “Villaggio di Luce”, per esempio, e’ stato un’esperienza interessante, in cui abbiamo approfittato del momento dei gruppi Yahoo! per raccogliere sognatori e ricercatori spirituali, scambiare esperienze e idee su un percorso che e’ stato utile a molti. Ho trovato anche importanti ispirazioni, imparato molto sulle tecniche antiche e moderne di catarsi psicologica e spirituale tramite il teatro, la letteratura. L’attuale Associazione è la naturale evoluzione del Villaggio.

Vegetariani e vegani, differenze
La mia visione di vegetarianesimo e spiritualità (e veganesimo), che è poi la visione mia e dei membri dell’Associazione: non mangiamo carne, limitiamo pesce e uova (alcuni di noi bandiscono completamente questi due ingredienti e/o latte&derivati dalla propria alimentazione) e pratichiamo il Mantra Yoga… in linea generale crediamo comunque sia importante non mangiare carne, il resto è in secondo piano.

Sistema empatico di diffusione del benessere… cosa ti viene in mente?
Sostegno reciproco che guida i membri di un gruppo nel prendere iniziative attraverso la motivazione per il loro benessere con il loro impegno, un po’ quello che mi ha spinto a riunire alcuni amici, virtuali e non, intorno al “fuoco” dell’Associazione per divulgare l’alimentazione e la medicina naturali, la spiritualità, l’ecologia e l’ambiente anche semplicemente attraverso la condivisione di notizie, idee e spunti pratici sui blog, sui social network, con le web radio…
“Si può resistere all’invasione degli eserciti; non si resiste all’invasione delle idee” (Victor Hugo)

Scrivi molto e hai pubblicato diversi testi. Cosa c’è di alchimia quotidiana nei tuoi libri?
Con la “Coscienza Spirituale” e’ nata l’idea di lavorare su me stesso in un modo nuovo, creativo, proiettando una mia “personalità letteraria” che fosse libera dalle limitazioni quotidiane, una specie di “doppelganger” che viaggiasse intrepido nei territori del sogno, delle possibilità e ne riportasse tesori preziosi anche per la mia evoluzione nel mondo interiore reale. La protagonista dei miei romanzi, Stefania, aveva la possibilità di fare qualunque cosa io avessi mai desiderato o sognato, di esprimerla aiutandomi a focalizzare e visualizzare meglio.

Ormai lei e’ parte integrante della mia vita: un personaggio vivo e reale, la mia migliore amica. Mi ha insegnato a scrivere, ad esprimermi in modo creativo, e’ stato un regalo di valore inestimabile attraverso “Stefania, un’Anima in Viaggio”, “Stefania, Viaggio in India” e “Stefania, l’Incontro di molti Fiumi”.

Alchimia quotidiana: un esercizio che può aiutare i lettori a vivere meglio?
Ho letto (e praticato) molto, ad esempio di Osho; ricordo bene che, tra le forme di Meditazione che illustrò, si contemplava anche quella dei cosiddetti Hare Krishna, il Mantra Yoga (consiste in una formula – una o più sillabe, o lettere o frasi – generalmente in Sanscrito, ripetuta per un certo numero di volte al fine di ottenere un determinato effetto); rammento che anche “la Profezia di Celestino” (la ‘undicesima illuminazione’) parla di “campi di preghiera che ciascuno di noi proietta mentalmente intorno a sé e che possono sia aumentare sia (se si proiettano ‘preghiere negative’) diminuire il nostro livello di energia”. Personalmente ho provato, ottenendo soddisfazioni, una semplice pratica che consiste nell’osservare il Sole che sorge per pochi secondi ogni mattina con spirito di gratitudine (anche solo da un punto di vista meramente scientifico sappiamo quanto il Sole è importante per la nostra vita) pronunciando a voce bassa oppure mentalmente una frase di questo tipo: “Oggi voglio incontrare solo persone e situazioni buone e positive per me.” Provate per qualche giorno. Naturalmente le giornate “no” arrivano comunque e non possiamo che rassegnarci… ricordando però che esiste il karma e che, quindi, i giorni negativi ce li siamo costruiti con le nostre mani in questa vita o in vite passate. Ho parlato di ciò nella mia pubblicazione non romanzata “i Sette Passi: Spiritualità Semplice Semplice”…

Gli anni che viviamo: chi parla di fine del mondo, chi invece di cambio energetico, chi di nuova coscienza e conoscenza universale… cosa ci dici a proposito?
Un numero crescente di persone si sta rendendo conto del fallimento e dei pericoli imminenti creati dallo sviluppo non-sostenibile a livello globale, dei difetti del sistema economico, sociale, politico, culturale dell’occidente ed e’ in cerca di un’alternativa fattibile, che risolva i gravi problemi in cui si trova il genere umano.
Siamo all’alba di un nuovo capitolo della storia umana, il vecchio stile di vita si sta esaurendo – nel bene e nel male.

Sofia Riccaboni (2 febbraio 2013)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *