N.KASTURI – Biografo di SRI SATHYA SAI BABA

 


 

                         Discorsi, aforismi, poesie e altri testi                         ————————                         Discorsi                         ————————                         ..Sankeerthana                         ..God È l’abitante                         ..Bhagavan Su Bhagavatam                         ..Bhagavan Sulla Bhagavad Gita                         ..On Ganesha                         Il ruolo di ..Mother ai Valori Umani                         ————————                         Aforismi                         ————————                         ..Words                         ————————                         Poesie                         ————————                         Poesia di ..Kasturi                         ————————                         Altri testi                         ————————                         ..Buddha                         Di ..Krishna Spel 1                         Di ..Krishna Spel 2                         ..Sri Krishna Caitanya Prabhu                         ..Levensbeschrijving Van Swami Prabhupada                         ..Arjuna Va in Paradiso                         ..Geweldloosheid                         ————————                       

 

Una poesia da N. Kasturi
presentato al Bhagavan Sri Sathya Sai Baba,
il 16 ottobre 1958. 
Che cosa è la Verità da N. Kasturi
Come Kasturi ha ricevuto il suo nome
Reminiscence del professor Kasturi
Guarda una collezione di foto raccolte da Kasturidal suo libro: “Amare Dio” – Ottanta cinque anni sotto il vigile occhio del Signore.

Vedi anche:
Intervista con la signora Padma Kasturi , figlia di S’rî N. Kasturi.
Sathyam, Sivam, Sundaram – La vita di Sri Sathya Sai Baba
‘Verità, Felicità, Armonia’ – La biografia di Bhagavân S’rî Sathya Sai Baba.

Pathway to Peace – Come appreso ai Suoi Piedi di Loto

‘Foto di Kasturi scattata nel 1930’ 
Nârâyana Kasturi MA, BL (1897-1987) è stato il biografo di Baba per molti decenni. Inoltre è stato anche il traduttore per i discorsi e gli scritti di Baba, direttore di Sanathana Sarathi e un devoto anziano a Prasanthi Nilayam. Egli è l’autore di: –
Satyam Sivam Sundaram – La vita di Bhagavan S’rî Sathya Sai Baba,
– 
Prashânti – Percorso di Pace . Questo libro è stato una delle pubblicazioni offerti durante il 60 ° compleanno.
– Easwaramma – The Chosen Madre. Diretto da Baba, N. Kasturi scrisse la biografia di Baba dalla nascita al 1979 “Easwaramma, The Chosen Madre” è il primo di questa serie di cinque libri. “Sathya Sai Baba, Volumi I-IV” erano originariamente titoli “Satyam Sivam Sundaram.”
– autobiografia di Kasturi: Amare Dio – Ottantacinque anni sotto l’occhio vigile del Signore.
– Sadhana, il sentiero interiore. Queste sono citazioni dai Discorsi Divini di Bhagavan S’rî Sathya Sai Baba.
– Luce di Amore – un resoconto della visita di Bhagavan in Africa orientale dal 30 giugno al 14 luglio 1968 Comprende i Discorsi Divini fornite da Bhagavan durante il viaggio e esperienze dell’autore del suo viaggio Divina.
– Ghirlanda di 108 Gemme Preziose – Commento alle 108 nomi con cui i devoti di S’rî Sathya Sai Baba offerta omaggio a lui.
– Siva Sakthi Swarupa. Questo libro di domande e risposte in formato descrive un miracolo divino che è accaduto nel 1963, e descrive in dettaglio come Sai Baba è sia l’incarnazione di S’iva e Sakthi.
– Sathya Sai Baba – Dio in azione. Una raccolta di discorsi tenuti dal professor Kasturi a gruppi di devoti stranieri in Prasanthi Nilayam.
– Sathya Sai Baba annuncia la sua missione, e perché l’Avatar è venuto. Una narrazione scritta; questo discorso storico è stato dato il 23 novembre 1968.

Una poesia di Bhagavan Sri Sathya Sai Baba

Avete sentito il nostro Baba parla
? Alle riunioni pubbliche ovunque
Egli non chiama discorso;
Né è il nome così!

Egli non alzare la voce, arringa,
o svegliare la folla o in treno o flagello,
egli non esita,
Egli non calcola,
Hum e haw e mettere in pausa e medita,
Fare ti chiedi perché sei venuto!


Egli non rinuncia, vagare,
Raccolta pensieri, escogitare note;
Egli non perde un attimo, decorazione pensieri in pizzo e fronzoli appariscenti,
abbigliamento preso in prestito testi in garza luccicante.

Non è un oratore-pomposo, orgoglioso,
Clamouring per Claps, la pubblicità-pazzo!
Egli non circumambulazione, declamare … o, addirittura … ‘parla’!


E ‘la pioggia-nube, portando la vita
Per quelli aridi qui sotto!
‘colloqui’ lui … lui ‘parla’, a te, e tu, e ogni singolo che ha raccolto lì.
Per ogni singolo Arjuna, con pesanti cuore e la mano vuota,
paura di combattere la battaglia della vita alla vittoria.

Ti senti Egli è venuto per voi, per voi.
Vedete Lui, in silenzio guardandosi intorno!
Il faro occhio pieno cerchio altalene!
Che fortuna, che ci sono!


Lui sorride; Egli si vince per quel sorriso!
È scarso può prendere i vostri occhi da fuori quel Volto,
così seducente, così divina!
È scarse può tirare il tuo cuore da fuori La sua presa;

La chiusura è fresco comfort!
Il silenzio approfondisce …
Anche se migliaia sono stati accovacciata, in attesa,
per ore e ore …
silenzio dell’Himalaya; twilight la calma!


Premaswarupulara!
Il Golden Hour è arrivato!
Porta socchiusa del Paradiso!
La voce è dolce come il miele
scorporate dalle api celesti alberi Parijatha!
La sua chiamata è clarion chiaro!

O! ‘Tis emozionante,’ tis compilando rapimento nell’anima,
che scorre come il Gange, liberando il limite,
Cedendo ricca mietitura, solo per l’aratura e la semina
Welling e gonfiore come Gersoppa Falls,
Cedendo vasto potere, solo per wheeling e il cablaggio!


Il suo discorso è una cascata, così limpida e pura,
Insegnare, mai predicare, dipanando tutti i nodi,
Stilling le ere interrogativi che emergono in mente;
Definizione, raffinazione, consolare gli struggimento,

Comandante, sì, chiedendo la flessione di orgoglio,
senza lesinare uno, sia Lui decisione o di servire.


Rimproverando, rimproverare il buffone, e fanatico,
scherzando e lusinghe, che prendono in giro tutti barato;
Citando da quello che ha detto negli ultimi secoli,
Detailing fatti della sua incarna.

Poesia Risplendente, spontanei, sublimi,
le immagini della pittura di Verità trascendente,
parabola, proverbio, luminoso scintillante,
Tinkling, scintillanti, tintinnabulating cadenza,

Ogni ora un minuto, ogni minuto secondo;
Ogni parola un mantra, ogni frase, Suuthra,
A Gayatri una frase, Upanishath un discorso!


Per Lui non è bene o serbatoio o fiume!
Il suo è l’oceano della Sapienza Divina!
Oh! Le sue parole shower misericordia, come la rugiada del mattino
Su ogni cuore-gemma risveglio dal sogno.

Egli è l’alimentazione tue radici e accelerare la linfa,
Germinazione i germogli, dipingendo i petali,
profumarli bene, invitando le api,
Maturazione baccelli, con ogni parola della Sua!


C’è! Il significato della sua parola, un piccolo seme
Gocce sul tuo cuore rock-like! ! E meraviglia delle meraviglie
E germina lì … germogli e spuntano le foglie!!
Il mezzo cieco baby-radici di seta vengono eseguite sul
Solletico la pietra, colpendo, implorando allattamento!
Riuscendo finalmente, cresce; e, crescendo in un albero,
il tuo roccia è suddiviso in argilla!


Il suo discorso, troverete, è il raffreddamento, non congelamento
Riscaldamento, non brucia; piove, non inondando,
Guarire i malati e cuori deplorato,
lenitivo, non bruciante; nessuna tossina, ma tonico,
Balming e calmante; tutte le realtà e finzione!


Ogni frase diffonde gioia e tristezza brucia,
impellente attenzione, assenso avvincente,
Sfatare sconforto, respingendo la pigrizia,
si Attirare più vicino, staccandosi da obbligazioni,
Infondere coraggio, e fondendo credenze,
Imponente nessuna dottrina, la composizione di tutti i feudi,
Informazione (così affascinante!), mai danneggiare, disarmante!
Spulciando la risposta, sollevando il scoraggiato.

Sottolineando su ‘Fare, comportarsi e Living’,
appello per la ‘sensazione, nel credere e nell’agire’.

Chiamare tutti ascolto, a disprezzare imitare,
Invano contestando, cieco che guida il cieco,
bussando al Paradise attraverso il potere e pelf,
o vantando rami di albero di famiglia,
e in cerca di pace, a guadagnare e la spesa
e che vogliono e ansimante e accaparramento e di guardia.


Come si sente parlare di Lui, tranquillamente risolvere
Per fare un passo avanti sulla strada di pellegrinaggio;
! dispiegare le ali e volare verso il cielo
Ti senti un leone, truffati in belante!
Un diamante, ambientato in piombo sporco!

Impegnarsi in nessun mischia, facendo infuriare nessun nemico,
Egli è accogliente tutti, che hanno sete o di fame,
o zoppicante, o lampeggiante, o arrampicata e scorrevole,
Raising the curvo, abbracciando la cadente
dolore placare, assicurando la Sua Grazia.


Egli ci ricorda la strada che abbiamo perso.
Egli descrive la gioia della fine del viaggio.
Egli apre ai nostri occhi; Egli rafforza le nostre membra,
Lui rincuora la lotta, tentoni,
Risvegliare il sonno, rendendo lo stand seduta,
il permanente camminare; il cammino per raggiungere!


Proclamando, rivelando, annunciando a tutti
Affermare la Sua venuta per il nostro fardello assumendo,
riscattare il ribelle, il abbattuta, malata,
sottolineando la Verità, minando il falso;

Ah! Cos’è questo? Che fortuna! Che grazia!
Anche mentre parla, ‘it’ fiori in canzone,
Oh! Accattivante canzone! Egli ci insegna a pregare
tranquillizzante tutte le onde furiose,
Facendosi i nervi e rafforzare la volontà,
Mettersi in sintonia con la nostra anima al Dharma! Sathya! Prema!


E quando si ferma
e si apre ai vostri occhi,
potete pieni di lacrime!
Il tuo vicino piange come un bambino per la madre,
ma perché? Guardare e vedere; Ha lasciato il palco!


Siate orgogliosi avete avuto la possibilità. Da questo momento, lo so
Si sono tenuti a essere un ascendente, di tentare, anima avventurosa.
Arjuna, riprendendo le armi per la mischia
con Krishna che porta i cavalli rettamente –
Che fortuna avete sentito parlare!

Che cosa è la Verità da N. Kasturi
“Tu sei un re, allora?” disse Pilato. Gesù rispose: “‘King’ è la tua parola Il mio compito è quello di testimoniare la Verità Per questo io sono nato,… Per questo sono venuto nel mondo, e tutti coloro che non sono sordo a verità, ascolta la mia voce” Pilato disse: “Che cos’è la verità?” E, con quelle parole, uscì di nuovo verso i Giudei.
Pilato non attese una risposta da Gesù. Ahimè! Il peccato di esso! Gesù conosceva come la Via, la Verità e la Vita. Invece di imparare da Gesù, quello che era venuto a insegnare, Pilato uscì di nuovo verso i Giudei che chiedevano a gran voce di avere Gesù crocifisso.
Il giuramento
Quando abbiamo sondare la questione posta da Pilato, ci troviamo di fronte un battaglione di ‘ma’. La persona sul banco dei testimoni giura con la mano su un libro sacro o sul petto per parlare “la verità, tutta la verità e nient’altro che la verità.” Ma la Verità, la roba autentica, non è né conoscibile né comunicabile. Ognuno dei testimoni, pur professando di parlare la ‘tutta’ la verità può concedersi solo in mezze verità, che sono spesso doppi bugie!Danno versioni di incidenti o attori diversi, dal momento che le loro risposte sono dipinte o inquinata, rifilate o trasfigurati dal desiderio di vendetta o la vittoria. L’osservazione in sé, anche se da vicino e da persone vigili e intelligenti, è soprattutto attraverso occhiali colorati da presunzione o pregiudizio, servilismo o odio. Raramente è verità parla senza riserve, e non verniciate. Si è trattata come uno strumento e non come un assioma. In ogni argomento, contest, o controversia, lotta, conflitto o la guerra è il primo della lista vittima.
La verità troppo si diletta nel gioco del nascondino. Si crogiola in mimetica e maschera. La vera e la vera sfida nostre facoltà al massimo, perché appaiono solo come noi desideriamo, decorato, modificato o stampato in modo da lusingare le nostre simpatie e antipatie. Non c’è da stupirsi, un aspirante per sperimentare la Verità lamentava a gran, come i record Veda, “Che cosa sono io non lo so. Ho vagare da solo gravato con la mia mente.” La mente schizza il suo inchiostro di avversione o attaccamento, l’avarizia o ansia su quello che preferisce come Verità. Swami dichiara: ” La conoscenza della Verità è acquisita da un’indagine ininterrotta dall’intelletto chiarito e la mente purificata . “
Mente purificata?
I nostri sensi raccolgono tali bit di informazioni del mondo oggettivo, come può piacere l’ego che è il loro finanziatore. “I nostri cervelli mischiano i bit in giro, fino a cadere in qualche modello accettabile”, spiega Lyall Watson. Arthur Koestler dice: “Tra la retina e centri superiori della corteccia, l’innocenza della visione è irrimediabilmente perduta, ma ha ceduto alle suggestioni di persuasori occulti”. Alcuni di questi persuasori hanno sorprendentemente filtrata attraverso il setaccio anche genetico sottile dai nostri soggiorni precedenti sulla terra!
C’è un altro ugualmente illudendo esigenze factoróthe e credenze degli altri, tra i quali dobbiamo crescere. Noi siamo “colta” in schemi accentate e rispettati di azione e reazione, analisi e sintesi, idee e ideali. Siamo condizionati così tanto dalle forze spiacevole di approvazione sociale che noi assorbiamo e attuare, costumi e convenzioni, fronzoli e mode, modelli e mappe, idiomi e idoli, fare e non fare bwhich sono prescritte o proibite dalla ‘opinione pubblica ‘.
Chiarito Intelletto?
L’esperienza è un qualcosa di arioso, cerco un dimora e un nome. Può raramente garantire l’ammissione nel regno della consapevolezza se non per mezzo di parole o etichette linguistiche, o visti vocalizzò. Deve essere classificati e catalogati dalla facoltà della ragione, rispetto e confermato, prima di essere registrato. Il più ricco di un vocabolario, il più gratificante la sua esperienza diventa, per sé e per gli altri. Dobbiamo accontentarci di vocaboli polivalenti smussati per delineare l’indefinito.
Molto dipende dalla integrità della persona che pronuncia e l’intelligenza di chi ascolta. Ma anche quando entrambi sono così dotati, se sono aggiogati ad una lingua in cui sublime esperienze spontanee non sono esprimibili attraverso parole distinte o attraverso prefissi e suffissi, preposizioni e parafrasi, diventa difficile di imprimerlo nella memoria per la ricapitolazione e di riflessione .
Questo difetto era secoli fa, notati dai saggi dei testi Upanishad. Il Brihadaranyaka Upanishad , si dilata su Sathya Vidya, il processo di meditare sul Brahman (l’Assoluto) come Satyam (verità), rivela che la parola Satyam è un tri-sillaba. Sa Thi yam – La prima e l’ultima sillaba sono la verità; nel mezzo è falsità ( anritham ), la falsità è abbracciato dalla verità; in tal modo, essa partecipa della natura della verità. “
Il Mirage
Schroedinger parla della realtà come ‘osservatore creato’. Heisenberg scrive: “.. L’oggetto che percepiamo è inestricabilmente connessa con la nostra coscienza soggettiva, infatti, nessuno può osservare qualsiasi oggetto o individuo senza colorandolo con lui ci sono gli osservatori, ci sono solo partecipi.”
Einstein ci ha detto: “Chi si impegna a erigersi a giudice nel campo della verità è naufragato nella risata degli dei.”
Il vedica Inno lamenta:
Chi lo sa veramente? Chi può presumere di dichiarare?
Da dove è nata questa? Da dove veniva questa creazione?
Forse gli dèi vengono dopo non essere diventato essere?
Ed essendo diventato questo? Come è avvenuto questo essere?
Quello di cui la creazione è successo –
sia che lo tennero fermo? o, no?
Colui che sovrintende nel più alto dei cieli
Lui sa davvero … O, forse, non lo fa.

A Hundred Risposte
Se Pilato aveva interrogato un centinaio di persone, “Che cos’è la verità?” e aspettato risposte da loro, avrebbe ricevuto un centinaio di risposte diverse – ognuna un’ipotesi non confermata, una ipotesi sperimentale, una approssimazione esitante. Ogni persona ha la sua definizione pet. La verità è potere, la verità è quello che io sostengo, la Verità è la coscienza che punge, la Verità è ciò che proclama il Libro, la Verità è ciò che sopravvive l’assalto dei secoli, la Verità è lisp del bambino, il flash della Spada, verità è ciò che le stelle riveli l’adepto, Oracle afferma, la macchina della verità rivela, la Verità è la pepita che lo psichiatra scava up, ecc ecc, per lo più fittizi, fragili, invenzioni frammentarie della propria immaginazione.
Il percorso di verità è lastricata di certezze scartati. Il livello di purezza morale, la chiarezza mentale, verity intellettuale e stabilità emotiva decidere la Verità che possiamo contare su. Quando l’orizzonte si allarga, le onde si placano e le tempeste sono calmati, più sfaccettature della Verità sono alla nostra portata.
Le nostre menti con le loro preferenze innumerevoli e pregiudizi, desideri e progetti, avvolgere la Verità, al fine di soddisfare le nostre fantasie di passaggio. Questa strategia diversiva stuntman nostro intelletto e vanifica la nostra intuizione. Così, abbiamo a brancolare per la Verità nel deserto di una vasta “forse”. Infatti, abbiamo in India una scuola onesto e onorato della metafisica scettico di nome Syad Vada , che professa e propaga la sua visione della verità come ‘può essere’, ‘forse’, ‘forse’!
Questo Syad Vada appare come legittimo. In ciò, l’incomprensibilità innata di “Verità, tutta la verità e nient’altro che la verità” è dimostrato da sette gradini di una logica sorprendente di possibilità, la Saptha Bhangi Nyaya , che sfata l’idea di finalità:
(1) Syad asthi (forse , esiste)
(2) Syad nasthi (forse, non esiste);
(3) cha Syad asthi, cha nasthi (forse, esiste e non esiste);
(4) Syad avakthavyah (forse, è indescrivibile) ;
(5) Syad asthi cha avakthavyah (forse, esiste però indescrivibile);
(6) Syad nasthi cha cha avakthavyah (forse, non esiste ed è indescrivibile);
(7) Syad asthi cha, nasthi cha cha avakthavyah (forse , esiste e non esiste ed è indescrivibile).

No Scetticismo
Ma, Sankara l’esponente più meticolosa e protagonista di Advaita Darshan che raccoglie la consapevolezza mistica della verità con validità logica e la rivelazione scritturale, non è innamorato di scetticismo. Mentre commentando il Saptha Bhangi Nyaya egli scrive, “Come può un insegnante di questa scuola di filosofia, che deve essere assunta come un’autorità, impartire l’istruzione quando i mezzi di conoscenza, oggetti di conoscenza, il conoscitore e la conoscenza restano indefinito in natura ? Inoltre, come può coloro che fanno affidamento sulle sue opinioni agire sulla sua istruzione?
Nonostante questo indeterminismo, incomprensibilità e la propria incompetenza, l’uomo è costantemente sollecitato da una fame interiore per la verità, una voce interiore che lo pungoli a sorgere, sveglio e ricevere istruzioni dai Maestri. Egli implora «Conducimi dall’irreale al reale: mi condurrà dalle tenebre alla luce, mi portano dalla morte alla immortalità.” Quando la fame è tollerato, licenziato o soppressa e quando la voce dentro è inceppata o scherzato su, il Maestro, il Swami presenta se stesso come insegnante per guidare l’uomo alla sua Verità.
” umano-ness e Dio-ness, il ruolo e la realtà coesistono inseparabilmente in ognuno di voi “, ha detto Swami un raduno di studenti nel 1974” Sono il negativo e il positivo, che, insieme producono il calore dell’amore , di luce, di saggezza. Una volta che si stabilisce voi stessi nella consapevolezza della realtà, si può passeggiare sicuro e libero nei vicoli della apparente . “
Dio è la Verità
Swami dice: ” Dio è la verità di tutti gli esseri e le cose. Ogni onda e particella, ogni atomo e la cella è piena di Dio e funzioni in e attraverso Dio. Potreste, per perversione, orgoglio o la povertà di intelligenza rifiutare questa verità, ma la vita è stato assegnato di nuovo a voi in modo da liberarvi dalle catene di falsità e di raggiungere l’obiettivo della verità “. Difetti soggettivi e oggettivi distrazioni sono le sfide che affronta uno, ma non sono così formidabili come sembrano. ” Chiedi, sarà risposto busso. sarà aperto marzo;. sarai raggiungere , “ci viene detto.
Un incalcolabile numero di pellegrini e studenti hanno attraversato la terra, lungo le autostrade e bye-vie, alla ricerca della verità, la verità di se stessi e dello scenario e di lotta in cui sono stati spinta. Il trekking dei pazienti in cerca di cure verso le porte del saggio è proseguita nel corso della storia. L’uomo non può trovare pace fino a che non capisce la verità di ciò che suscita meraviglia, stupore, simpatia, rispetto, curiosità e paura. Egli si sforza di unità e coerenza, armonia e bellezza. Vuole sapere le cose come realmente sono, non come sembrano essere o fingere di essere.
Per fortuna, c’è un lato positivo per la storia del viaggio dell’uomo verso la verità. Profeti, saggi e santi, maestri e messaggeri, sono apparsi tra tutti i popoli e gli uomini insegnata da precetto e l’esempio della verità che li può liberare. La coscienza cosmica stessa, quando si rende conto dei suoi frammenti sempre annebbiata e frustrato, vuole a modellare se stesso in una forma che può muoversi tra gli uomini e andare a casa verso se stesso. Tale modulo è conosciuto come un Avatar , una particolarizzazione dell’Assoluto. L’ Avatar avviene al fine di soddisfare un bisogno sentito e così, è la saggezza, l’amore, il potere e la compassione versare sopra tutti coloro che ne hanno bisogno. Tutti gli uomini, anzi tutti gli esseri viventi, sono la sua preoccupazione. E, ‘senza vita’ materia troppo.
Perché, come dice Swami, Sarvam Brahmamayam , tutto è emanato dal Brahman , il vasto oceano che emana increspature, wavelets, onde, schiuma e fiocchi di neve e iceberg. L’atomo è una replica dell’energia cosmica; cellula è un’eco di volontà cosmica. ” Vasudeva è tutto , “il Gîtâ dichiara, senza eccezioni. Il Rig Veda proclama, ” Tutto questo è Purusha se stesso, tutto ciò che è stato e ciò che sarà . ” Questa è la verità. Il Rudra Adhyaya del Yajur Veda comanda all’uomo di adorare 238 soggetti rappresentativi di Dio, illustrando in tal modo che non vi è nulla se non Dio. (La Katha Upanishadcondanna coloro che vedono il cosmo come collettore e non come fondamentalmente Brahman, che devono arrancare attraverso la vita dopo la vita fino a quando si rendono conto dell’errore).
Rudra , il nome assegnato a Dio, è descritta nelle vedici testi come il motivatore seduto in tutti i cuori, come il provider, il salvatore dell’universo che è la Sua auto forma assunta. Egli si identifica con i capi, le polveri e gli umili, l’altezza, la breve e la stout, gli anziani, i giovani e il giovane, il saggio, il curioso e il sordo, e il sonno. Egli è la pietra, sabbia e polvere, fango, polline e ghiaia, ondulazione, schiuma e onde, fiume, torrente, lago, canale, fulmini, nuvola, doccia e la pioggia, oceano, isola e la riva. Rudra è l’autostrada, la strada, la pista. Egli è il germoglio, le riprese, le foglie, i parassiti, gli uccelli con gole blu e giallo, l’albero e il legno. Egli è l’unico impegnata nel commercio o di allevamento o di allevamento del bestiame. Egli è la penna mucca e il raccolto, il cibo e il cuoco. Egli è l’uomo dietro l’aratro su un terreno fertile o sterile. Lui è la persona che è coraggioso e temibile, combattendo da trincee e sui campi aperti, con i missili, frecce, lance e spade. Egli è il guerriero che si crogiola in duelli, che si muove in avanti in carri con elmo e corazza. Egli è il soldato, il cavaliere, il leader dei cani e il led. Egli è l’esploratore, il messaggero, il fabbro, il falegname, il cacciatore, la guerriglia scaltro, la frode e la dacoit, il richiamo e il sosia.
Rudra è nella forma del monaco, il cavernicolo con una corona di capelli arruffati, colui che ha imparato la posa costante, il saggio che ha attraversato e che guida gli altri in tutto, lo studioso anziani, il dialettico dilettandosi nei dibattiti, l’esperto vedica e il maestro di rituali. Lui è la persona che è compassionevole, dolce e tenera.
Dio, infatti, è l’ordito e la trama, il cotone e filato, del tessuto, per noi evidente come l’universo. Questa è la verità che è racchiuso in ogni cellula e stella.
1987 Sanathana Sarathi

Come Kasturi ha ricevuto il suo nome.(tratto dal libro ” Amare Dio “di Kasturi)‘La mattina dodicesimo della mia vita, una etichetta è stata attaccata a me in mezzo a una grande quantità di rumore religiosa. Mio padre mi ha visto per la prima volta solo poi, quando è venuto a chiamare me. Il nome che è rimasto a me da quando era un antico, molto più luminoso, perché è stato sostenuto da una serie di nonni. La regola era che il primo figlio deve essere nominato dal padre dopo suo padre. Così, mi è stato dato dal padre il nome di suo padre portava …. Il mio primo figlio è stato chiamato Narayana da me, perché quello era il nome di mio padre aveva …. Padre mi ha portato dalle mani della madre e si sedette sul pavimento di fronte al santuario famiglia con me in grembo. Egli pregò Dio di benedire il nome e mi aiuta ad aggiungere un po ‘di fragranza ad esso. Il che mi ha cresciuto per le spalle al suo viso e sussurrò tre volte nel mio orecchio destro una lunga serie di suoni strani, per cui dovevo essere conosciuto da allora in poi. E ‘stato un (discorso farneticante) rodomontade nove sillabe. Ero caduto nella casta dei bramini e così, le ultime due sillabe doveva essere Sharma , che simboleggia tale status. Il resto del nome, Kasturiranganatha indicato, né il dio idolatrato nel mio villaggio, né il Dio installato su sette colli. E ‘indicata Dio, come adorato da milioni di Tamilnadu, installato in una posizione reclinata, su un numero di serpente multi-incappucciato a spirale e descritto da quel nome come “muschio-dot ornato”. Kasturi significa ‘muschio’, ‘Ranga’ significa ‘palcoscenico’, e ‘natha’ significa ‘amministratore’ o ‘maestro’. Il tempio di “Ranganatha con il punto Kasturi” si trova su un’isola, chiamata Sri Ranga (Stage), nel fiume Kaveri, formata da essa, mentre a metà strada dal Mysore Plateau al Golfo del Bengala.

… La sostanza chiamata muschio è valutata come un profumo prezioso. Dal momento che è anche di colore scuro, un punto di muschio tra le sopracciglia serve per allontanare il malocchio. E ‘stato preferito da nobili e principesse oltre congegni meno costosi. La fronte dell’idolo a Srirangam è stato segnato con il punto Kasturi, per niente di meno potrebbe soddisfare i fedeli devoti. Il nome “direttore dello stage” ci ricorda che ‘Tutto il mondo è un palcoscenico’. Dio dirige il gioco cosmico, stesso inalterati. si adagia magnificamente sul terrore e veleno, con la sua testa su un cuscino di calma. Sua volontà realizza e motiva. La Katha Upanishad dichiara, “Seduto, egli viaggia, reclinabile, Egli è ovunque” .

Kasturi Ranganatha Sharma era troppo lungo una parola da pronunciata in pieno, ogni volta che si parlava di o. Il simbolo casta ‘Sharma’ potrebbe essere indolore amputata. Il simbolo resto troppo doveva essere limitata, ma, il problema era, né capo né coda? Mio nonno era avvicinato e di cui, da tutti coloro che avevano a che fare con lui, solo come Ranganatha, e per la figlia-in-law (mia madre) in bocca il nome del padre-in-legge era tabù! Così, la seconda metà doveva essere gettato. Il risultato è stato, sono venuto a essere conosciuta come la sostanza animale profumato usato per ‘punteggiatura’ Divino Brow.

Potrei stare con le mani giunte in presenza della “Kasturi Ranganatha” solo nel mio 70 ° anno! E ‘avvenuta attraverso la Grazia di Baba.Amici mi hanno invitato ad una città chiamata Tirupur di parlare a Baba, il giorno 24 del mese di dicembre. E Baba mi ha indirizzato ad andare. Ma, avrei voluto trascorrere il giorno di Natale con Baba, dal momento che mi ha ricordato il mio ingresso nel palcoscenico mondiale. Ho chiesto il permesso di andare oltre da Tirupur a Srirangam e adorarlo nella Ranganatha, adagiandosi sul serpente. Il serpente, Baba dice, è il simbolo di inquinamento, veleno e la morte e Dio è raffigurato come travolgente, quietening e mastering questi tratti malvagi.Baba disse: “Sì. Vai a Sri Rangam e mangiare il pieno di riso dolce”. Il riferimento di riso dolce, non mi ha sorpreso. Anni precedenti, quando stavamo procedendo a Madras, Baba, come era solito fare, ha chiesto ogni singola persona in macchina a cantare per lui una canzone. I miei geni non ha avuto la musica tra i loro componenti, ma ho dovuto obbedire, comunque. Memoria portato per me una canzone che avevo sentito un clown cantare durante un gioco mi capitò di frequentare, mentre a scuola. era una preghiera a Shiva per un boccone di riso dolce, strizzato di uno spettatore affamato ad una festa vistosamente consumata dai ricchi. Baba deve aver scoperto che il mio subconscio aveva agganciato questa particolare cadenza, per la ragione, che io stesso ho avuto una fame insoddisfatta di questo piatto, dentro di me! Ha deciso di rimuovere tale stretta al Srirangam il mio 70 ° compleanno.

Sono rimasto basito quando fui davanti al santuario e riempito i miei occhi e il cuore con la visione estasiante dell’idolo 20 piedi, disteso sulle spire di un serpente a sette incappucciati escluso accattivante icono-charm. Ai miei occhi, i piedi, le suole alzate non erano di pietra verde scura come il resto del corpo divino era. Erano alabastro con una tonalità di blu. Erano morbidi, teneri, fiera, familiare, vivo; erano di Baba! Mi sono tolto dalle portali del santuario con grande riluttanza. Riso dolce era, ho creduto, l’offerta di routine a Ranganatha santuario, ma quel giorno, ci hanno dato solo laddus e muruks. 
Abbiamo avuto un altro tempio da visitare in quella santa isola – un famoso tempio di Shiva con il sacro Jambu Tree. Quando ci siamo trasferiti fuori di quel tempio, il sacerdote corse dietro di noi, per annunciare che era giorno sacro specialmente quando “riso dolce è stato offerto alla divinità.” Questa era una notizia benvenuti. Ha insistito sul nostro tornare indietro nel tempio. Ci ha fatto Squat sul pavimento pulito alla destra del santuario; egli sviluppa foglie di banano prima di noi e servito cumuli considerevole di Baba piatto mi avevano chiesto di ‘mangiare il mio fill’ ‘.

Reminiscence del professor Kasturi.Sri Kasturi è nato il giorno di Natale del 1897 Swami scherzosamente lo chiama ‘il modello 97’. Naming l’anno di produzione è stato il modo in cui sono stati identificati automobili d’epoca. Morì il 14 agosto 1987 ed è stato cremato sulle rive del Chitravathi il 15. Era 90. aveva reso facile per noi ricordare, venendo tra noi su un giorno di Natale e lasciando a noi su anniversario Giorno dell’Indipendenza dell’India (India raggiunse l’indipendenza alla mezzanotte del 14-15 agosto 1947). Kasturi servito Swami per 40 anni e ha vissuto questi 40 anni di Independent India.
Parlando di Kasturi, ho detto VK Narasimhan (vicedirettore di Kasturi e poi il direttore di Sanathana Sarathi) che Kasturi era Hanuman di Swami. VKN mi corresse, ‘No. No. Ti sbagli. Kasturi era di Swami Vyasa ‘. VKN mi ha detto che Swami gli ha chiesto di scrivere un tributo su Kasturi in SS (vedi sotto) – una rara espressione della Grazia di Swami. Oltre Swami correre all’ospedale capezzale di Kasturi al momento del suoi ultimi momenti e dandogli vibhuti, un’altra benedizione rara era Swami arrivare Kasturi a scrivere la sua autobiografia ‘Amare Dio’ e Swami lanciarlo il giorno di Natale 1982, in sua presenza, il suo 85 anni, 5 anni prima della sua morte. In quell’occasione, senza preavviso, Swami aveva chiesto VKN di parlare su Kasturi. VKN ha parlato per 5 minuti, dopo che Swami aveva sussurrato nelle orecchie di VKN, ‘Molto bene, molto bene’. Nel Natale di quel giorno il discorso Swami disse: “Chi lo cerca? Si guarda per un sincero, disinteressato, devoto costante. Inoltre, egli cerca un figlio ideale che può essere tenuta prima che l’umanità come un esempio e una fonte d’ispirazione. Tali persone sono diventate estremamente rare al giorno d’oggi “(SSS vol. XV, cap. 59). Mi piace pensare che Swami ha rilevato che ‘persona rara’ in Kasturi.
‘Amare Dio’ non è soltanto storia della vita di Kasturi. E ‘la storia di Dio e la jiva, guru e sadhaka, la storia di Swami fare Kasturi uno strumento esemplare nella sua missione avatarica, fonte di ispirazione per l’umanità. E ‘un messaggio per tutti. Questo è probabilmente il motivo per cui Swami ha Kasturi di scriverlo. 
Nei miei monologhi con Swami, lo ringraziai più volte per seva multi-sfaccettato di Kasturi, per Lui e per noi. Oggi ancora una volta, mi unisco GR pensare gentilmente di Kasturi. Possa egli essere bene e felice, ai Suoi Piedi o ovunque si trovi! Loka (s) Samastha (s) Sukhino bhavanthu! – Possano tutti gli esseri in tutti i mondi essere felici.
Si prega di vedere la sua foto scattata da GR e pubblicato nella sezione File del Sai Discorsi.Swami ha anche preso foto di Kasturi una volta. E ‘una storia molto divertente e uno, come al solito con Swami, con un messaggio spirituale molto profondo. Vi lascio leggere nella propria lingua inimitabile di Kasturi in ‘Amare Dio’ e imparare / re-imparare il messaggio che Swami trasmesso a noi al di Kasturi spese. Prima che veda l’apprezzamento scritto da ritardo VK Narasimhan (Redattore) e pubblicato nel Sanathana Sarathi settembre 1987, pag. 260.
Unto Sai una Testimone
“La morte è l’epilogo del dramma della vita”, ha scritto il Prof. Kasturi nel 1981 Questo epilogo è venuto per lui il 14 agosto a mezzogiorno, pochi minuti dopo Baba lo ha visto nel Sathya Sai Hospital a Prasanthi Nilayam. Era 90. 
Bhagavan Baba, che stava supervisionando le prove ‘di studenti nel Collegio Auditorium, bruscamente fermato alle ore 11.30 e sono andato dritto all’ospedale. Raggiungere il capezzale del Prof. Kasturi, Swami lo chiamò: “Kasturi”. Prof. Kasturi aprì gli occhi per un momento e guardò il Signore. Bhagavan materializza vibhuti e la mise in bocca a Kasturi. Kasturi chiuse gli occhi e una pace serena lo avvolgeva. Swami ha detto quelle al capezzale di fare Namasmarana. Un’ora dopo il suo spirito si fuse nei piedi di loto del Signore. Flussi di devoti pagato l’ultimo saluto a lui in ospedale. 
La mattina dopo i suoi resti mortali furono cremati sul letto del fiume Chitravathi. 
Per oltre 40 anni ha reso devoto servizio a Bhagavan come scrittore, editore, compagna e instancabile propagatore della vita e del messaggio di Swami.Milioni di devoti in tutto il mondo hanno fatto conoscenza con la vita e gli insegnamenti di Bhagavan attraverso i quattro volumi di ” Satyam Sivam Sundaram “(sulla vita di Bhagavan) ei 11 volumi di” Sathya Sai Speaks “, oltre alla serie Vahini . 
Prof. Kasturi era un testimone di innumerevoli miracoli di Swami e lui poteva sopportare autentica testimonianza della gloria e magnificenza della Avatar, come pochi altri potrebbero. Aveva viaggiato con Bhagavan in tutta l’India. Conti Vivid delle sue esperienze intime con Swami sono riportati nella sua autobiografia, “Amare Dio”, che è stato rilasciato da Swami il giorno di Natale nel 1982.
Kasturi ha continuato a lavorare fino a destra la sua ultima malattia, dando del suo meglio per “Sanathana Sarathi”, che Swami ha lanciato nel 1957 con Kasturi come Editor.
Dopo il 1982 Kasturi ha fatto uscire due libri, uno sulla madre del Signore “Easwaramma”, e l’altra sulla essenza del messaggio di Swami in un libro intitolato ” Prashânti – Pathway to Peace “. 
Si può veramente dire di Kasturi: “di tali è il regno dei cieli”. – Editor.
14 agosto da intendersi come 14 agosto 1987.



‘Mia madre a 75’ 


‘Io e moglie dell’Unzione Avatar su Advent Day’ 


‘Portare Parasole su’ Sun ‘


‘Con il Signore sul Kashmir Hills’


‘Tenendo contemplando Vibhuthi Wonder’


‘Tenendo contemplando Vibhuthi Wonder’
Vibhuti-abhisheka (la statua d’argento di Shirdi Sai Baba coperto di cenere):
pulizia rituale con la cenere.
Swami ha fatto questa cerimonia (prima volta nel 1940 e l’ultima nel 1976)
per insegnare ai devoti una lezione di distacco:
“S’iva brucia kama (dio dei desideri) ad un cumulo di cenere. Successivamente, S’iva decoreates stesso
con quella cenere e ad essa risplende come il trionfante sui desideri.
Quando kama (desiderio) è distrutto, Prema (dea dell’amore) può governare.
L’amore può solo essere vera e completa quando ogni desiderio è stato abbandonato.
C’è nog maggiore sacrificio a offrire a Dio poi la cenere, che è il segno della tua vittoria sul desiderio “!



‘Il Traduttore basamenti corretto’


‘Sand come Sri Krishna’


‘Bhagavatam Recital – Kerala’


‘Ritratto Scoprimento’ – a Bukkapatnam


‘Ogni capello può sopportare guai di una nazione’ – Poeta Incontra – 1964
Sto leggendo la riga sopra



‘Verso Badrinath – 1961’


‘La prima volta che mi ha attirato a sé – 1948’ 


‘Lui guarda il suo ritratto – 1967


‘Cliccò alla Sua sedia vuota’

 



    


Source: Spiritualmente UNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *